Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
La mia umile recensione del nuovo album.
22-11-2018, 06:35 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 22-11-2018 07:05 AM da Marcospeedyvg.)
Messaggio: #1
Music La mia umile recensione del nuovo album.
Ormai e giustamente i tempi dei dIRE sTRAITS sono finiti da un po’.
Ogni artista segue e deve seguire la sua strada e quella fatta da Mark è vincente vende sempre bene e i suoi concerti sono pieni perciò ha ragione lui e cosa che più mi rende felice è la sua musica non ha età anagrafica piace a noi più attempatelli e anche ai ragazzi.
Un artista che se fosse stato più puttanella non avrebbe composto capolavori ma canzonette pop.
Io sono cresciuto con i dIRE ed ho faticato ad apprezzare il Mark solista,tutta la fase folk non l'ho proprio digerita tranne qualche brano capolavoro,però mi rendo conto che siamo davanti a un musicista in grado di eseguire più generi musicali.
Un musicista che ha assorbito qualcosa da tutti i suoi collaboratori/artisti famosi e non,facendo sue le sonorità,avendo la straordinaria capacità di miscelare il tutto con il suo stile, impreziosendolo con la sua chitarra,con quel suo "tocco"inconfondibile e dai testi degni di tesi letteraria.
Solo i grandi possono permettersi certe cose.
Questo nuovo lavoro per me ne è l'esempio massimo.
Un album coraggioso ricco di stili diversi ci sento del blues,del jazz,del funky, del folk del rock del cauntry ,ci sento venature dire straits e del Mark attuale.
Non ci sono le cavalcate dire streziane ma è normale che sia cosi .Un album che scorre via bene ben ritmato tra ballate e un rock di classe pura e cristallina.
Direi che mi piace e anche molto nella mia personale classifica viene dopo Golden Heart e Sailing to Philadelphia e non è detto che non li superi. Spero che Mark alcuni di questi brani li riarrangi come solo lui sa fare per il tour perché personalmente è quello che aspetto avendo sempre più apprezzato il Mark live che da studio.

16 brani e 3 extra (tanta roba)
Iniziamo la mia umile recensione da semplice ascoltatore:

Trapper man:un intro forse un po’ troppo lungo, aprirà i live ? Ce la vedrei bene bel ritmo nel centro bel lavoro di batteria c’è un buono spazio per un assolo live la mia adorata gibson la fa da padrona mi piace.Wink

Back on the dance floor: anche qui il ritmo in crescendo non manca la sento dire streziana e finalmente uso di cori veri femminili mi piaciono.Smile

Nobody’s child: ballata in puro stile Mark bella sopportabile per il mio gusto il coretto alla lunga mi disturba però che gibson.Confused

Just a boy a.f.: già sentito il ritmo non mi dice grandi cose lo slide insomma,spero no live.Dodgy

When you leave:troppa melassa per i miei gusti la tromba e il piano la fanno da padrone,ottimi.Sad

Good on you son: capolavoro di coraggio unico perfino ballabile tanti stili miscelati spero live,batteria sax gibson bel trittico prepotente.Altro che canzonetta forse l’incontro con Nile Rodgers gli ha fatto venire voglia di funky.Mi strapiace.Big GrinTongue

My bacon rol: altra ballata alla Mark non capisco la parte finale sopportabile.Huh

Nobody D.T.classica canzone tutto ritmo molto funky/jazz il piede batte, bella tromba. Anche qui coraggio mi piace.SmileSmile

Drovers’ road: il Mark classico con la sua gibson suoni già sentiti bella ma non per i miei gusti ci sento del celtico che non fa per me.Dodgy

One songa at :capolavoro assoluto potenzialità live enorme riarrangiata da lui non oso immaginare cosa diventa. dal vivo,mi piace tutto di questo brano il ritmo la chitarra la batteria perfino i flautini.Big GrinSmileIdea

Floating awey mi sa che la salto non mi dice proprio per nulla.Confused

Slow leaner: piano tromba voce calda e atmosfera bella, serve per un incontro a lume di candela,non fa per me salto.Blush

Heavy ap:pazzia pura e divertimento la apprezzo divertente balliamo ?Big GrinBig Grin

Every heart i.t.r.: Insomma, la trovo piatta e il suono della chitarra non mi piace.Dodgy

Rear view M.: batteria tromba sento jazz si diverte con la voce divertente bel piano.SmileWink

Matchstick Bella in stile ma Local è un’altra cosa non la voglio per fine concerto. Però ben suonata tocco sulla classica alla Knopfler.Confused

Dont stuck:forse non merita essere tra le extra mi piace suono dire streziano.Wink

Pale imitation non mi dice nulla salto.Confused

Sky and water melodia già sentita la vedevo bene in The Ragpicker's Dream.Undecided

Per concludere diciamo, le cose che poco mi piacciono sono i tamburelli di quello"la" e forse un pochino troppa influenza del buon Guy su alcuni brani.Direi che questo album mi piace tolte tre quattro cosette per i miei gusti troppo melassate,Mark è un grande ha osato, ha fatto della musica fuori dai canoni suoi classici, che forse i puristi non digeriranno bene ma io questo aspettavo.
Purtroppo ho una sensazione che sia un ultimo lavoro o bisognerà aspettare un bel po’ per averne altri, ce lo fa capire dalle interviste e dalla varietà di stili musicali che ha eseguito, mi sembra un ultima opera MA VOGLIO SBAGLIARMI.
Sono sempre più convinto che la sua chitarra in questo momento sia la Gibson, sono felice che alla batteria c’è Ian Thomas che è un batterista vero, sono felice che abbia abbandonato il filone folk, sono felice dell’inserimento dei cori, sono felice di continuare a sentire Mark come la prima volta nel lontano 1979 con lo stesso entusiasmo, di quando il mio cugino Inglese mi fece passare un’estate sentendo Sultans of swing a ripetizione, il capolavoro massimo.
Ascoltiamocelo "una canzone per volta".
E mi raccomando non prendetemi seriamente TongueTongueTongue

Non ho voglia di imparare, mi sento perfettamente normale nel mio mondo pazzo; non voglio diventare come gli altri." C.Bukowski
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
22-11-2018, 09:39 AM
Messaggio: #2
RE: La mia umile recensione del nuovo album.
“È divertente vedere e sentire ciò che la gente pensa delle mie canzoni.
Una volta che è stata composta e registrata, ecco che esce dalla porta di casa, e tu non sai cosa potrà accaderle, ma tutto questo fa parte del divertimento.” (MK)
Dopo 3 anni, il suo ultimo lavoro è uscito dalla porta di casa e farà parlare di sé per molto tempo!!!!
Dai commenti che ho letto, sembra che tutti (o quasi), siano ammaliati dalle nuove sonorità, dalle nuove ricerche musicali e dall’inserimento dei nuovi strumenti che, anche a parer mio, danno dei bei colori e belle atmosfere.
Ho però anche l'impressione che i fans siano quasi sorpresi, come se non se lo aspettassero, come se temessero un Mark ormai al capolinea.
Io, in verità, ero molto preoccupata e in crisi….Tracker mi aveva delusa e un altro album così non l’avrei sopportato e/o supportato.
Donna di poca fede!!!!!!
Oggi posso dire che, anche se 4 o 5 non le apprezzi molto, Mark, stavolta mi ha regalato un Capolavoro che farà parte di me e non posso che dirgli grazie
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
23-11-2018, 01:27 AM
Messaggio: #3
RE: La mia umile recensione del nuovo album.
Non entro nel merito dei gusti personali. Recensioni scritta in modo impeccabile

Cool
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
23-11-2018, 04:56 AM
Messaggio: #4
RE: La mia umile recensione del nuovo album.
(23-11-2018 01:27 AM)Maroretto Ha scritto:  Non entro nel merito dei gusti personali. Recensioni scritta in modo impeccabile
Anche io non discuto mai dei gusti personali. Poi facci sapere la tua opinione

Non ho voglia di imparare, mi sento perfettamente normale nel mio mondo pazzo; non voglio diventare come gli altri." C.Bukowski
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-11-2018, 10:48 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 24-11-2018 11:02 AM da Maroretto.)
Messaggio: #5
RE: La mia umile recensione del nuovo album.
Al momento posso solo dire che sono arrivato a questa configurazione e che mi piace molto


[Immagine: w7d81w.jpg]

Cool
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-11-2018, 05:27 AM
Messaggio: #6
RE: La mia umile recensione del nuovo album.
Ho ascoltato alcune volte il nuovo lavoro di MARK e che dire, a parte due (o una?) forse un po troppo lente, è un bel disco pieno di bella e buona musica fatto, sempre secondo me, con molta attenzione e si capisce che dentro questo disco c'è tanta storia e capacità di un grande musicista. Ma quanti strumenti !!
Mi da la sensazione che lo fa proprio per se stesso senza compromessi. E ogni volta ci vuole dire dove è ora con la sua musica. Il suo tocco inconfondibile in questo disco si sente molto.Pelle d'oca come sempre.
Grazie Mark ci vedremo a maggio.

Gabry Heart
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
29-11-2018, 12:29 PM
Messaggio: #7
RE: La mia umile recensione del nuovo album.
Due settimane di ascolti matti e disperatissimi. Disco Godurioso! Bacon, Suck me (in ascesa verticale), e Dancefloor le mie preferite. Seguono Drovers' e One song.

Cool
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
30-11-2018, 06:03 AM
Messaggio: #8
RE: La mia umile recensione del nuovo album.
Lo ascolto praticamente a getto continuo in auto....
io ho una passione clamorosa per JUST A BOY AWAY FROM HOME...
Classifica attuale:
1 JUST A BOY AWAY FROM HOME
2 DANCEFLOOR
3 TRAPPER - DON'T SUCK ME IN

Il disco è veramente molto bello e sfaccettato... per me nella discografia solista dietro solo a GH e SAILING... ma spanne sopra agli ultimi prodotti.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
ieri, 10:15 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: ieri 10:16 AM da solidrock.)
Messaggio: #9
RE: La mia umile recensione del nuovo album.
Erano anni che non entravo nel forum. Chi vi scrive conosce Mark da ormai oltre 30 anni ed ho visto dal vivo i Dire Straits, ed almeno 6-7 dei suoi tour da solista, compreso quello con la Harris.
Per me questo disco è un capolavoro. Il migliore di tutti insieme con Sailing to Philadelphia e Get Lucky.
Lo ascolto continuamente e ci scopro sempre cose nuove. Grande Zio Mark!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


[-]
 ()
Facebook youtube Twitter

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)